Su SCHAEFER

Fondata nel 1964 a Sigmaringen (Germania/Baden-Württemberg), l'azienda occupa una posizione di primo piano nel mondo della costruzione di ascensori e il suo nome è sinonimo di soluzioni complete eccellenti dal punto di vista tecnico, dell'utente e del design.

La gamma di prodotti comprende elementi di comando e di visualizzazione, nonché componenti utilizzati in tutto il mondo. Ad esempio, bottoniere di cabina e di piano in un'ampia varietà di forme, colori, materiali, strutture superficiali e design, che vengono prodotti individualmente in base alle esigenze dei clienti e si riflettono in referenze ben note.



Sede SCHAEFER a Sigmaringen

La storia




Dietro il nome SCHAEFER si celano "qualità del fare",
allora come oggi.

Spirito pionieristico, inventiva e ottimismo: la nostra storia inizia vicino alla nostra sede attuale. È lì che, diversi decenni fa, il fondatore dell'azienda Wolfgang Schäfer si è guadagnato il suo primo pane quotidiano. Inizialmente con lavori su commissione, seguiti poco dopo dai primi sviluppi interni: dispositivi di commutazione, controllo e comando per l'industria degli ascensori. L'LT 18, il capostipite delle nostre famiglie di pulsanti, fu sviluppato quasi in parallelo. L'inizio di una serie di prodotti che è diventata una pietra miliare del successo dell'azienda.

Si sono aggiunti altri prodotti: elementi di comando e di visualizzazione, sistemi di bottoniere e componenti, tutti unici nella loro varietà; integrati da sistemi di informazione sugli ascensori, sistemi di controllo degli accessi e tecnologia CANopen.

Oggi SCHAEFER opera in tutto il mondo, affermandosi come attore globale e leader tecnologico di primo piano. Intendiamo la vicinanza al cliente e la forza innovativa come processi di pensiero e azione attivamente praticati: il nostro potenziale per il futuro.

Filosofia

... le domande inquisitorie e la ricerca della conoscenza, delle origini del pensiero e dell'essere, della posizione dell'uomo - come si conciliano? A nostro avviso, abbastanza bene. Dopo tutto, il successo aziendale non è possibile senza interrogarsi e cercare di scoprire il perché e il come. E non solo: dipende da ciò che si fa! In ogni conversazione, nei rapporti reciproci e, naturalmente, nell'orientamento al cliente. La nostra filosofia aziendale è tutt'altro che un "polveroso libro di saggezza".

È viva e ha un solo obiettivo: la soddisfazione ottimale dei nostri clienti.


Photo by timJ on Unsplash

Da ciò derivano, tra gli altri, i seguenti principi:

  • Ogni dipendente contribuisce attivamente al controllo della qualità.
  • La consulenza al cliente, orientata all'utente, tiene conto di tutti i requisiti del settore di applicazione previsto. Il prodotto offerto porta alla soluzione ottimale.
  • Processi di produzione innovativi, impianti di produzione, pianificazione sistematica dei processi e monitoraggio continuo dei processi garantiscono la qualità richiesta in ogni momento.
  • L'ambiente è il futuro. Agiamo in modo ecologicamente responsabile.
  • Per garantire il nostro elevato livello di qualità a lungo termine, i nostri pensieri e le nostre azioni sono supportati da un sistema di gestione basato sulla norma DIN EN ISO 9001:2015.

La nostra dichiarazione di missione

I seguenti principi guida documentano la comprensione della cultura e dei valori di SCHAEFER in tutto il mondo.  Essi costituiscono la base del nostro atteggiamento e del nostro comportamento, consentendoci di lavorare insieme per garantire l'azienda e i nostri posti di lavoro a lungo termine.

IDENTITÀ

SCHAEFER sviluppa, produce e vende in tutto il mondo componenti di comando e di visualizzazione per l'industria degli ascensori ed è sinonimo di forza innovativa e servizio.

VISION

Vogliamo essere il numero 1 nel nostro mercato in termini di tecnologia all'avanguardia, fornitura di servizi orientati al cliente e flessibilità imprenditoriale.

CLIENTI

Il cliente è l'unico che ci paga per i nostri servizi. Per questo motivo è al centro di tutto ciò che facciamo. Capiamo le esigenze dei nostri clienti e offriamo loro sempre la soluzione migliore. In questo modo, creiamo un valore aggiunto dimostrabile.

GUIDA

Leadership significa anche assumersi la responsabilità dell'azienda e dei suoi dipendenti. Solo chi accetta questa responsabilità e condivide i nostri valori può assumere incarichi dirigenziali con noi.

FORNITORI

Lavoriamo solo con fornitori che soddisfano i nostri valori e principi etici generali.

SALUTE

La salute è importante per noi. L'equilibrio sociale, il divertimento sul lavoro e le attività significative sono la nostra base.

FORNITURA DEL SERVIZIO

Utilizziamo tutta la nostra forza lavoro a vantaggio della nostra azienda. Lo facciamo nella costante consapevolezza di fornire una qualità di prim'ordine insieme a un uso economico e rispettoso di tutte le risorse a nostra disposizione. Questo include anche una particolare attenzione alla natura e all'ambiente.

APPRENDIMENTO E SVILUPPO PERSONALE

Persone qualificate e un comportamento professionale sono fattori chiave di successo. La disponibilità all'apprendimento e allo sviluppo personale sono requisiti importanti per il successo dell'azienda.

SVILUPPO AZIENDALE

Siamo convinti che la capacità di sviluppo e di cambiamento sia la base del nostro successo. Per questo motivo lavoriamo con determinazione e determinazione all'implementazione/realizzazione della nostra visione e strategia per garantire il futuro dell'azienda. Mettiamo consapevolmente gli interessi individuali dietro agli interessi dell'azienda.

PERSONE

Le persone sono individuali, culturalmente diverse e quindi uniche. Per avere successo come azienda, dobbiamo trattare gli altri con tolleranza, apertura, onestà e rispetto.

INTERNAZIONALIZZAZIONE

I mercati sono in continua evoluzione. Ci stiamo trasformando in un'azienda attiva a livello internazionale per sfruttare le opportunità e le potenzialità che ci si presentano.

L'ambiente è il futuro!

L'ambiente è il futuro. Non si tratta di uno slogan alla moda, ma di una parte della nostra filosofia aziendale.

Lavoriamo secondo questa filosofia, ed è per questo che tutti in SCHAEFER sono consapevoli della loro responsabilità nei confronti dell'ambiente. Laddove possibile, realizziamo questo impegno anche nei nostri prodotti.

Ad esempio, per quanto riguarda l'efficienza energetica. Il risparmio energetico è un tema molto sentito nel settore degli ascensori. Oppure in termini di ecologia, compresa la scelta dei materiali, il design, l'imballaggio, il riciclaggio e la logistica.

SCHAEFER è neutrale dal punto di vista climatico dal 2020



Progetto di centrale idroelettrica con fornitura di energia elettrica parzialmente gratuita allo stato

La Alaknanda Hydro Power Company Limited ha realizzato un progetto idroelettrico da 330 MW nell'Uttarakhand che segue il corso del fiume. Il progetto idroelettrico di Shrinagar da 330 MW si trova sul fiume Alaknanda, un importante affluente del Ganga, un fiume perenne dell'Uttarakhand. Il sito del progetto si trova a 110 km dalla stazione ferroviaria di Rishikesh, lungo l'autostrada Rishikesh - Badrinath.

Il progetto è entrato in funzione nel 2015 e riduce la dipendenza della rete elettrica New Integrated Northern, Eastern, Western and North Eastern (NEWNE) dai combustibili fossili, dominata da centrali termiche a carbone ad alta intensità di emissioni.

Nell'ambito del progetto, l'88% dell'energia generata sarà venduta alla Uttar Pradesh Power Corporation Limited. Il restante 12% sarà fornito gratuitamente allo Stato dell'Uttarakhand. Il contratto di acquisto di energia per il progetto è stato firmato con Uttar Pradesh Power Corporation Limited nel giugno 2006 ed è valido per un periodo di 30 anni a partire dalla messa in funzione dell'ultima unità.

SCHAEFER GmbH ha compensato le emissioni di CO2 dell'azienda per il 2023 acquistando 1.000 CERTIFICATI dal progetto "CDM Hydropower India".


Perché siamo un'azienda neutrale dal punto di vista climatico?

Il cambiamento climatico è la più grande sfida che l'umanità si trova ad affrontare dalla fine dell'era glaciale ed è la questione più importante del nostro tempo. Le conseguenze del riscaldamento globale stanno diventando sempre più evidenti e la pressione su politici e aziende sta aumentando, non da ultimo grazie al movimento Fridays for Future. Esiste ormai un consenso globale sulla necessità di contrastare con urgenza il cambiamento climatico causato dall'uomo. Il successo della riduzione delle emissioni dipende in larga misura dall'azione volontaria e coerente delle imprese dei Paesi industrializzati. Anche noi di SCHAEFER GmbH siamo pronti ad assumerci la responsabilità del mondo che lasceremo ai nostri figli e nipoti. Per questo motivo, abbiamo fatto registrare le emissioni di gas serra causate dalle attività della nostra azienda e le abbiamo compensate acquistando un totale di 1.000 certificati di protezione del clima per l'anno 2023. Utilizziamo questi certificati per sostenere l'Alaknanda Hydro Power Company, che ha costruito un progetto di centrale idroelettrica nell'Uttarakhand (India) che segue il corso naturale del fiume. Siamo consapevoli della nostra particolare responsabilità come azienda nei confronti delle generazioni future e abbiamo agito di conseguenza. Fokus Zukunft GmbH & Co. KG ha calcolato per noi l'impronta di carbonio della nostra azienda: La nostra impronta di CO2 è di circa 890 tonnellate di CO2 equivalenti all'anno.

A titolo di esempio: in media, un tedesco produce circa 11,6 tonnellate di CO2 all'anno a causa del suo stile di vita. I gas serra sono distribuiti uniformemente nell'atmosfera. È quindi sensato evitare le emissioni dove i costi sono più bassi. Inoltre, i progetti nei Paesi emergenti e in via di sviluppo contribuiscono a migliorare la situazione economica, sociale ed ecologica e a sostenere la realizzazione degli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite. Per i Paesi di recente industrializzazione e in via di sviluppo, lo scambio di emissioni è un motore fondamentale per il trasferimento di tecnologie pulite e lo sviluppo economico sostenibile. Questo bilancio dei gas serra fornisce una panoramica trasparente delle emissioni di gas serra della nostra azienda. Il bilancio è quindi un importante tassello del nostro impegno per la protezione del clima. Sulla base dei valori determinati e attraverso l'acquisto di una quantità corrispondente di certificati climatici, la nostra azienda è stata resa neutrale dal punto di vista climatico. Abbiamo ricevuto il premio "azienda climaticamente neutrale" per la compensazione dei nostri gas serra. Questo fa della nostra azienda una delle prime del settore a compensare volontariamente le proprie emissioni in conformità con il Protocollo di Kyoto.

Quali sono i vantaggi della neutralità climatica per la nostra azienda?

1. contribuire agli obiettivi del governo, dell'Unione Europea e degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite.

2. sensibilizzare i dipendenti, i fornitori e i clienti all'uso di risorse limitate. Ciò ha un impatto positivo sull'uso dell'energia e di altre risorse in azienda e nella vita quotidiana delle persone.

3. ingresso nel mercato in crescita delle "aziende sostenibili". Il nostro status di "azienda neutrale dal punto di vista climatico" ci permette di distinguerci nel nostro segmento di mercato.

4. Questo ci permette attualmente di svolgere un ruolo pionieristico e di posizionare la nostra azienda come progressista, innovativa, cooperativa e lungimirante.

5. Promuove la consapevolezza della transizione energetica.

6. Il nostro status di azienda neutrale dal punto di vista climatico e la nostra offerta ci rendono un partner per i nostri clienti nelle aree sopra menzionate.

FAQ
 

  • Perché la nostra azienda è impegnata nella protezione del clima globale?

    La comunità mondiale ha concordato che il riscaldamento globale deve essere limitato a meno di 2 gradi Celsius per evitare conseguenze catastrofiche. Tuttavia, gli attuali impegni assunti dai singoli Paesi sono sufficienti a limitare il riscaldamento globale a un massimo di 4 gradi Celsius. Per colmare questo divario di ambizioni sarà necessario un impegno aggiuntivo e sostanziale da parte delle imprese e dei cittadini. Abbiamo riconosciuto che la riduzione volontaria delle emissioni da parte delle aziende è essenziale per contrastare efficacemente il cambiamento climatico. Per questo abbiamo deciso di neutralizzare le nostre emissioni di CO2 e di dare così un contributo a un futuro degno di essere vissuto. Perché non vogliamo solo analizzare i problemi, ma anche affrontarli e risolverli.

  • Cos'è l'impronta di CO2 o impronta di carbonio?

    L'impronta di carbonio è la misura della quantità di gas a effetto serra (misurata in equivalenti di CO₂) prodotta direttamente e indirettamente da un'attività di un individuo, un'azienda, un'organizzazione o un prodotto. Include le emissioni generate dalle materie prime, dalla produzione, dal trasporto, dal commercio, dall'uso, dal riciclo e dallo smaltimento. L'idea di base dell'impronta di CO2 o dell'impronta di carbonio è quindi quella di creare una base su cui misurare, valutare e confrontare le influenze sul clima. In questo modo è possibile riconoscere i potenziali di riduzione necessari, sviluppare misure e valutarne l'efficacia. L'impronta di carbonio aziendale è l'impronta di CO2 di un'azienda, mentre l'impronta di carbonio di prodotto è l'impronta di CO2 di un prodotto.

  • Cosa significa neutralità climatica?

    Secondo il principio della compensazione della CO2 descritto nel Protocollo di Kyoto, i gas a effetto serra prodotti in un luogo della Terra e che non possono essere evitati devono essere risparmiati da progetti di protezione del clima in un altro luogo. Per finanziare ciò, le aziende acquistano certificati per i corrispondenti progetti di protezione del clima dai sei settori di progetto disponibili (biomassa, stufe da cucina, energia solare, protezione delle foreste, energia idroelettrica ed energia eolica). Ogni certificato rappresenta 1 tonnellata di CO2 risparmiata dal rispettivo progetto. Esistono numerosi progetti di protezione del clima in tutto il mondo, la maggior parte dei quali sostiene progetti di energia rinnovabile. I promotori di questi progetti ricevono crediti di emissione per il loro impegno, che possono essere scambiati sotto forma di certificati di protezione del clima. La quantità viene misurata, ad esempio, confrontandola con le emissioni che sarebbero state prodotte dalla costruzione di una centrale elettrica a carbone.

  • Come è stata calcolata la quantità di emissioni di CO2 della nostra azienda?

    Abbiamo commissionato alla società di consulenza esterna sulla sostenibilità Fokus Zukunft il calcolo dell'impronta di carbonio della nostra azienda. L'impronta di carbonio è stata calcolata utilizzando le linee guida ufficiali del Protocollo sui gas serra.

  • Cosa viene riportato nel Protocollo sui gas serra?

    Nell'ambito del Protocollo sui gas serra, le emissioni sono suddivise in Ambiti 1, 2 e 3, ognuno dei quali comprende diversi tipi di emissioni di gas serra. L'Ambito 1 comprende le emissioni dirette dei nostri impianti energetici. L'ambito 2 comprende le emissioni che derivano indirettamente dalla fornitura di energia per l'azienda. Le emissioni dell'Ambito 3 sono ulteriori emissioni indirette che si verificano lungo l'intera catena del valore.

  • Quali gas serra sono inclusi nel calcolo?

    I sette principali gas serra definiti dal Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC) e dal Protocollo di Kyoto - anidride carbonica (CO2), metano (CH4), protossido di azoto (N2O), idrofluorocarburi (HFC), perfluorocarburi (PFC), trifluoruro di azoto (NF3) ed esafluoruro di zolfo (SF6) - sono inclusi nel calcolo delle emissioni di gas serra.

  • Cosa sono gli equivalenti di CO2?

    Non tutti i sette principali gas serra sono ugualmente efficaci. Il metano, ad esempio, è 21 volte più dannoso per il clima della CO2, il protossido di azoto 310 volte e l'esafluoruro di zolfo ben 14.000 volte. Per confrontare le emissioni tra loro, tutti i gas serra vengono quindi convertiti in CO2. Vengono quindi indicati come equivalenti di CO2.

  • Come vengono convertiti i dati di consumo raccolti in emissioni di gas serra?

    I dati di consumo raccolti (ad esempio, il consumo di elettricità o di carburante) vengono convertiti utilizzando fattori di emissione che indicano le emissioni per unità (ad esempio, per kilowattora di elettricità o per litro di benzina). I fattori di emissione provengono principalmente dal DEFRA (Department for Environment, Food and Rural Affairs), ma anche dal database GEMIS (Global Emissions Model of Integrated Systems, IINAS) e dal database Ecoinvent e vengono aggiornati regolarmente.

  • Come vengono generati i certificati di emissione?

    I promotori dei progetti di protezione del clima - prevalentemente progetti di energia rinnovabile - ricevono crediti di emissione per il loro impegno, che possono essere scambiati sotto forma di certificati di protezione del clima. L'importo della compensazione delle emissioni viene determinato, ad esempio, confrontandolo con le emissioni che sarebbero derivate dalla costruzione di una centrale elettrica a carbone invece che dalla produzione di elettricità da fonti rinnovabili.

  • Quali criteri di qualità soddisfano i progetti di protezione del clima?

    I progetti di protezione del clima che acquistiamo sono tutti accreditati, approvati e monitorati secondo uno dei tre standard di certificazione riconosciuti a livello internazionale: VCS (Verified Carbon Standard), UN CER (Certified Emission Reduction of the United Nations) o il Gold Standard sviluppato dal WWF. La convalida dei risultati del progetto in termini di risparmio di CO2 ottenuto è certificata da enti di controllo indipendenti come il TÜV.

  • Cosa succede ai certificati di CO2 dopo il loro acquisto?

    Il numero acquisito di certificati di CO2 è stato cancellato. Si tratta di un dato significativo, poiché la cancellazione è un prerequisito per la progettazione e la commercializzazione di aziende e/o prodotti a zero emissioni. Senza la cancellazione, un certificato di CO2 potrebbe continuare a essere scambiato sul mercato volontario, senza che ciò comporti un'ulteriore riduzione delle emissioni.

  • Perché vengono sostenuti i progetti internazionali?

    Il cambiamento climatico è globale, quindi non importa dove le emissioni di CO2 vengono emesse o risparmiate, alla fine la somma dei gas serra è decisiva. In Germania, ridurre o compensare le emissioni di CO2 è molto costoso, mentre nei Paesi emergenti e in via di sviluppo la compensazione è più economica. Il Protocollo di Kyoto, che è vincolante per il diritto internazionale, stabilisce quindi che i cosiddetti progetti di protezione del clima che evitano o immagazzinano le emissioni di gas serra debbano essere realizzati dove sono più economici. Di conseguenza, ci sono molti progetti nei Paesi di recente industrializzazione e in via di sviluppo, poiché il potenziale di risparmio attraverso le nuove tecnologie è ancora molto elevato e queste possono essere utilizzate in modo molto più economico. Inoltre, le condizioni per i sistemi di energia rinnovabile (solare, eolica, idrica e da biomassa) sono spesso molto più favorevoli. Inoltre, i progetti nei Paesi emergenti e in via di sviluppo contribuiscono a migliorare la situazione economica, sociale ed ecologica e a sostenere la realizzazione degli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite. Per i Paesi di recente industrializzazione e in via di sviluppo, lo scambio di emissioni è un motore fondamentale per il trasferimento di tecnologie pulite e per lo sviluppo economico sostenibile.